31 dicembre 2018 - 9:06 . Prati . Viabilità

Bus turistici, cosa cambia col nuovo regolamento in vigore da domani

Dal primo gennaio entrerà in vigore il nuovo regolamento per i bus turistici. Tante le novità per gli operatori che vorranno entrare in Prati e avvicinarsi a San Pietro, a cominciare dalle tariffe.

Per accedere alla Ztl Vam, si dovranno acquistare dei carnet che potranno arrivare a costare, per 300 ingressi, fino a 26.250 euro per i veicoli euro 4. Un prezzo quasi 10 volte superiore a quello in vigore fino ad oggi, se si considera che fino ad oggi gli operatori turistici pagavano fino a 2.300 euro per l’abbonamento annuale.

Sono i tre varchi da cui potranno passare i bus turistici per accedere alla Ztl Vam: Piazza Mazzini, via della Giuliana e lungotevere della Vittoria. Il nuovo regolamento per i bus turistici individua tre zone. La prima è rappresentata dal Grande Raccordo Anulare, all’interno del quale i bus turistici possono accedere senza pagare. Qui troveranno parcheggi di scambio gratuiti per permettere ai turisti di raggiungere il centro.

La seconda area, la cosiddetta Ztl Vam, prevede ingressi a pagamento, mentre l’accesso contingentato nell’area del Vaticano sarà valido tutti i giorni. Infine la terza area individuata è quella del Centro Storico all’interno della quale sarà interdetto l’accesso ai bus turistici.

Una novità volta a limitare la circolazione di questi giganti della strada per combattere, come sottolineato dal presidente della commissione mobilità capitolina, Enrico Stefàno, inquinamento e traffico.

LEGGI lo speciale sui bus turistici