10 gennaio 2019 - 13:20 . Mazzini . Cronaca

Anche Prati dice addio a Nereo, il ricordo commosso sul clochard ucciso lunedì

C’era anche piazza Mazzini tra i luoghi del cuore di Nereo, il clochard investito all’alba di lunedì su corso d’Italia. A Prati in molti lo conoscevano e la sua morte ha destato grande commozione.

“Andavamo a giocare al 10 e Lotto tutte le volte che potevamo”, ha raccontato Maurizio, commerciante del mercato di via Tito Speri. “Era un amico e una persona fantastica. L’ho conosciuto 20 anni fa quando dormiva nei giardini di piazza Mazzini e, dopo che si è trasferito, veniva sempre a trovarmi. L’ultima volta che l’ho visto era a dicembre”.

Nereo, prima di trasferirsi a corso d’Italia, ha vissuto nei giardini di piazza Mazzini per tanti anni. Quando lasciò il quartiere non sapeva che sarebbe morto investito da un’auto pirata alle cinque di mattina a due passi da dove dormiva.

LEGGI la notizia sulla morte di Nereo

SFOGLIA la fotogallery

GUARDA l’ultima intervista di Nereo

GUARDA il video sull’omaggio del quartiere Trieste Salario

LEGGI lo speciale su Nereo (di Gianluca Colletta)